La seduzione secondo Ovidio a San Giorgio, il Circo diatonico a Campoloniano

  • Condividilo su:
10 Luglio 2020

Venerdì 10 luglio secondo appuntamento della rassegna estiva della Fondazione Varrone a Largo San Giorgio. Alle 21 va in scena Ars Amatoria Sedurre con stile secondo Ovidio, di e con Paolo Giommarelli, accompagnato da Matteo Anelli al Contrabbasso. Un’opera scritta tra il I secolo a.C. e I d.C. nella quale Ovidio assume il ruolo di brillante maestro di erotismo e di stile, trattando il tema del "libero amore". Privo di scrupoli moralistici Ovidio ci conduce nella vita pubblica e privata Romana fino ad entrare nei particolari minuti dell'intimità sessuale, rappresentando l'amore inteso come un gioco spietato, le cui regole rispondono soltanto all'astuzia e all'inganno. Ingresso gratuito ma con biglietto.
La rassegna prosegue sabato 11 nel cortile Ater di via Pollastrini, nel quartiere di Campoloniano, con le Armonie e acrobazie dello spettacolo viaggiante del Circo Diatonico: una sarabanda di fiati e percussioni scatenata intorno all’organetto di Clara Graziano, autrice dei brani del gruppo, che mescolano musica popolare italiana, klezmer e jazz. Con lei in scena Gigi Capone (mimo, clown), Gabriele Coen (sax e clarinetto), Rosario Liberti (basso tuba). L’evento è riservato agli inquilini del complesso, che lo potranno seguire dal balcone o dalla finestra di casa.

La Fondazione non ha fini di lucro e persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico.  Fondazione Varrone, via Crispolti n. 22, 02100 Rieti (RI) - info@fondazionevarrone.it, PEC: fondazionevarrone@pec.it - C.F. 90012780574 - Cookie policy - Privacy policy