Bando Alzheimer. Assegnati 3 dei 10 braccialetti geolocalizzatori

  • Condividilo su:
21 Febbraio 2018

In attesa di altri pazienti idonei. L’AMAR ha attivato un progetto annuale per migliorare la qualità di vita ai malati di Alzheimer e le loro famiglie. Operativo da un mese anche il numero diretto “Pronto Alzheimer” 3280616753.

L’associazione malattia alzheimer di Rieti (AMAR) nell’ambito del progetto che si era aggiudicato il Bando promosso dalla Fondazione Varrone, ha assegnato i primi 3 braccialetti geolocalizzatori a pazienti di Rieti e comuni limitrofi.
Dopo la convenzione con la Prefettura firmata a Novembre, è stato possibile, su segnalazione del l’Unità operativa Neurologica dell’ASL di Rieti e dei medici di base, individuare i pazienti idonei a portare gli innovativi braccialetti geolocalizzatori ( n.10) acquistati con i 40 mila euro resi disponibili dal Bando, un pacchetto che prevede anche il servizio annuale di gestione e monitoraggio degli stessi braccialetti attraverso un apposito centro servizi.
Si tratta di dotare il paziente di un apparecchio tracciatore che, attraverso il segnale satellitare GPS, invia su richiesta del famigliare/controllore un SMS con la posizione esatta del paziente, in tempo reale. Questo SMS contiene i dati della posizione che il famigliare/controllore può vedere graficamente su una mappa sul proprio smartphone, tablet o computer di casa.
Il progetto si svolge nell’ambito di tutta la provincia di Rieti dove sono presenti circa 3300 persone affette da Alzheimer o altri tipi di demenza.
Questi apparecchi consentono al malato di vivere la quotidianità in autonomia con una migliore qualità della vita.
“Una delle fonti di preoccupazioni con i malati di Alzheimer in queste fasi, è il cosiddetto "wandering" cioè il vagabondare, il perdersi anche in zone prima perfettamente familiari – spiega la Presidente di AMAR, Dott.ssa Andreina Ciogli - Sono molto frequenti i casi di chiamate disperate alla polizia, con la quale l’associazione ha fatto un accordo, per i casi in cui un paziente risulta disperso, e altrettanti i casi di cadute con lesioni o escoriazioni”.
L’AMAR ( Associazione malati di Alzheimer Rieti) ha inoltre istituito da circa un mese il numero diretto “Pronto Alzheimer”, gestito da personale formato e a disposizione dell’utenza: 3280616753.
Per ulteriori informazioni contattare il sito volontariato.lazio.it e mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

La Fondazione non ha fini di lucro e persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico.  Fondazione Varrone, via Crispolti n. 22, 02100 Rieti (RI) - info@fondazionevarrone.it, PEC: fondazionevarrone@pec.it - C.F. 90012780574 - Cookie policy