Gli storici “Giardini del Vignola” torneranno all'antico splendore

  • Condividilo su:
03 Ottobre 2017

Gli eleganti giardini della Prefettura, noti come “Giardini del Vignola” acquisiti dal Comune di Rieti in seguito ad un accordo con la Provincia, torneranno ad essere una luogo prezioso e suggestivo della città.
Infatti lo storico giardino all’italiana in piazza Cesare Battisti, su cui affaccia la splendida loggia “vignolesca” del Palazzo gentilizio Vincentini, sede della Prefettura, saranno oggetto di un articolato progetto di recupero paesaggistico da parte della Fondazione Varrone che intende salvaguardare questo bene culturale di interesse artistico e storico e restituirlo alla sua originale bellezza per una totale fruizione dei cittadini e dei turisti.
Sarà avviato un significativo intervento di piantumazione di tutte le piante di “bosso”, tipiche dei giardini all’italiana, che da anni vengono attaccate dalla piralide, un bruco di origine asiatica che sta minacciando e compromettendo molti giardini prestigiosi. Una sostanziale opera di pulizia e di rimessa in funzione di tutto ciò che è all’interno, ormai degradato e fatiscente, dagli arredi alle fontane, completerà il progetto di riqualificazione di questo bene culturale. I lavori si dovrebbero concludere entro il mese di Novembre.
acquisiti dal Comune di Rieti in seguito ad un accordo con la Provincia, torneranno ad essere una luogo prezioso e suggestivo della città.
Infatti lo storico giardino all’italiana in piazza Cesare Battisti, su cui affaccia la splendida loggia “vignolesca” del Palazzo gentilizio Vincentini, sede della Prefettura, saranno oggetto di un articolato progetto di recupero paesaggistico da parte della Fondazione Varrone che intende salvaguardare questo bene culturale di interesse artistico e storico e restituirlo alla sua originale bellezza per una totale fruizione dei cittadini e dei turisti.
Sarà avviato un significativo intervento di piantumazione di tutte le piante di “bosso”, tipiche dei giardini all’italiana, che da anni vengono attaccate dalla piralide, un bruco di origine asiatica che sta minacciando e compromettendo molti giardini prestigiosi. Una sostanziale opera di pulizia e di rimessa in funzione di tutto ciò che è all’interno, ormai degradato e fatiscente, dagli arredi alle fontane, completerà il progetto di riqualificazione di questo bene culturale. I lavori si dovrebbero concludere entro il mese di Novembre.

La Fondazione non ha fini di lucro e persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico.  Fondazione Varrone, via Crispolti n. 22 02100 Rieti - info@fondazionevarrone.it - C.F. 90012780574 - Cookie policy