Bando per il contrasto povertà educativa minorile

  • Condividilo su:
03 Maggio 2017

1200 LE PROPOSTE NAZIONALI, CIRCA 100 NEL LAZIO PER INFANZIA E ADOLESCENZA DI CUI 8 PROGETTI PRESENTATI IN CUI C’E’ RIETI

Sono quasi 1200 le proposte inviate nella prima fase relativa ai Bandi promossi dall’Impresa sociale Con i Bambini, interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud, nata lo scorso giugno quale soggetto attuatore del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, di cui la governance è affidata da un Comitato di Indirizzo Strategico, composto da rappresentanti di Governo, Fondazioni, Terzo Settore e da esperti.

I due Bandi sono rivolti a organizzazioni del Terzo Settore e mondo della scuola e hanno messo a disposizione complessivamente 115 milioni di euro (69 milioni per il primo bando e 46 milioni di euro per il secondo) con una quota ripartita a livello regionale, in relazione ai bisogni di ciascun territorio.

Le proposte sono pervenute da tutto il territorio nazionale da partnership costituite minimo da due soggetti, almeno uno dei quali ente non profit, coinvolgendo scuole, istituzioni, università, mondo della ricerca e delle imprese, oltre a soggetti che a vario titolo si occupano di infanzia, educazione, minori (famiglie e più in generale la “comunità educante”).
Sulle 1200 proposte nazionali circa 100 provengono dalla regione Lazio di cui 8 riferite al territorio reatino.

In dettaglio:

Per il bando Prima infanzia (0-6 anni) sono pervenute circa 400 proposte.
Di queste, secondo i raggruppamenti regionali previsti dai bandi: 5,6% sono in Piemonte e Valle D’Aosta; 8% in Lombardia; 6,8% Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia; 3,8% Toscana; 7,3% Liguria e Sardegna; 4,5% Emilia Romagna; 7,8% Umbria, Marche, Abruzzo, Molise; 10,1% Lazio; 14,6% Campania; 5,3% Puglia; 5,3% Basilicata e Calabria; 11,1% Sicilia. Le proposte “nazionali”, che riguardano interventi in più regioni, sono il 9,8%.

Le proposte relative al Bando Adolescenza (11-17) sono circa 800. Di queste: 3,1% in Piemonte, Valle D’Aosta; 7,8% Lombardia; 5,4% Trentino Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia; 4,3% Toscana; 4,5% Liguria, Sardegna; 2,6% Emilia Romagna; 6,6% Umbria, Marche, Abruzzo, Molise; 7,4% Lazio; 13,3% Campania; 9,6% Puglia; 7,6% Basilicata, Calabria; 10,9% Sicilia. Le proposte “nazionali” sono il 16,9%.

Rieti, ha presentato 2 progetti per il Bando Adolescenza e uno per il Bando Infanzia, inviati da partnership costituite da più soggetti di cui il soggetto responsabile è di Rieti.
Individuati dallo staff di Impresaconibambini anche altre 5 proposte di cui il soggetto capofila non ha sede a Rieti, ma presenti nella partnership associazioni reatine, per cui comunque la ricaduta delle proposte coinvolge il tessuto sociale, economico di Rieti.
Quindi complessivamente sono 8 i progetti che avranno un impatto sulla città e provincia.

Nota:
Costituito nell’aprile del 2016 con un Protocollo di intesa siglato dal Governo e dalle Fondazioni di origine bancaria, rappresentate da Acri, il Fondo è destinato al sostegno di interventi sperimentali finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

www.conibambini.org

La Fondazione non ha fini di lucro e persegue esclusivamente scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico.  Fondazione Varrone, via Crispolti n. 22 02100 Rieti - info@fondazionevarrone.it - C.F. 90012780574 - Cookie policy